E’ giusto e doveroso ringraziare tutte quelle persone che si sono affidate a me, che hanno trovato il coraggio di aprirsi in argomenti che non sono facili da affrontare nemmeno con le persone a noi più vicine, che mi hanno confidato desideri e fantasie, che si sono fidate di me e  hanno permesso che queste diventassero realtà.

Ho ascoltato tante storie, e dietro ogni storia c’era una persona con un bisogno. A volte era solo fisico, a volte era qualcosa di più…a volte il bisogno era una sessione mentale, di lasciarsi andare e farsi guidare dalla mia voce e dai miei comandi, altre volte c’era bisogno di sentire dolore sulla pelle per ritrovare un equilibrio o semplicemente per cercare piacere.

Questo per dirvi che dietro a ogni slave c’è una persona che merita rispetto.

E sento di dover ringraziare una persona in particolare, che si è fidato e ha creduto tanto in me, che mi ha aiutato a crescere e migliorare, mi ha fatto credere che i sogni si possono avverare. 

Madame
elisa.ghirardini@gmail.com